Home ATTUALITA’ Il primo ospedale pubblico per cani e gatti. Primo di una lunga...

Il primo ospedale pubblico per cani e gatti. Primo di una lunga serie?

70

A Roma nascerà il primo ospedale pubblico per cani e gatti. Vi saranno diversi reparti: dall’accoglienza al ricovero, degenza e anche sala operatoria.

Un progetto unico e molto rilevante nato per assicurare assistenza ai pet malati e bisognosi, e che verrà realizzato alla Muratella, ossia lo storico canile di Roma situato in via della Magliana.

Il progetto

Il nuovo progetto, per il momento, sarà dedicato esclusivamente agli animali ricoverati nei canili comunali della città, con l’obiettivo di curarli e prepararli per essere adottati.

Ovviamente, secondo quanto riporta l’assessora all’Ambiente, Sabrina Alfonsi, la prospettiva a lungo termine è di allargare ed estendere l’accoglienza e le cure anche agli animali domestici di tutti i residenti.

Quando inizieranno i lavori? I lavori per la realizzazione del primo ospedale pubblico per cani e gatti di Roma inizieranno nel 2023, grazie a fondi pari a 3,5 milioni; mentre, già alla fine dell’estate, invece, sarà completato l’intero progetto grazie a un finanziamento di circa 150 mila euro.

I canili di Roma

Le strutture per animali gestite dal Comune di Roma ospitano, ad oggi, circa 800 cani e 500 gatti curati dal personale veterinario volontario in collaborazione con la Asl Roma 3; purtroppo, la situazione riguardo l’assistenza ai pet è davvero critica, per questo l’obiettivo con il nuovo progetto è quello di migliorare la qualità delle cure rivolte agli amici a quattro zampe e, soprattutto, abbattere i costi proibitivi delle cure veterinarie.

Il consigliere regionale Simone Lupi ha presentato una mozione per istituire in ogni provincia un ospedale pubblico veterinario, poiché le cliniche private per pet non solo non sono aperte h24, ma hanno anche prezzi esorbitanti che gravano sul bilancio delle famiglie e, spesso, proprio a causa di questi costi inaccessibili, che non tutti si possono permettere, molti animali non ricevono cure adeguate.

Fonte: RomaToday

Articolo precedenteLo Sheraton conferma i 164 licenziamenti: dagli chef agli addetti alle prenotazioni personale azzerato
Articolo successivoBar e negozi senza green pass, blitz dei carabinieri