Home CRONACA Monteverde, l’uomo investito e ucciso dal tram: il corpo era nascosto da...

Monteverde, l’uomo investito e ucciso dal tram: il corpo era nascosto da una siepe

115

E stato identificato anche se non aveva i documenti con sè, l’uomo morto dopo essere stato investito da un tram della linea 8, a Monteverde. Si tratta di un senza fissa dimora, di 45 anni. Il tragico investimento è avvenuto venerdì, sulla circonvallazione Gianicolense, poco dopo piazza San Giovanni di Dio e come da prassi, il macchinista Atac che conduceva il mezzo trovato con tracce ematiche, è stato iscritto nel registro degli indagati.

Un atto dovuto, quando si tratta di incidenti mortali di questo tipo. A notare il clochard, già privo di sensi e sanguinante, erano stati alcuni passanti. Il corpo era nascosto dalla siepe spartitraffico che divide i binari del tram 8 dalla Gianicolense. Dalle indagini che stanno eseguendo gli investigatori di Monteverde, non è escluso che l’uomo sia stato stato investito anche diverse ore prima da un tram diretto al capolinea al Casaletto.

Gli agenti della polizia di Stato, effettuando dei rilievi, hanno rintracciato una vettura che era già nel deposito Atac. Sulla carrozzeria del tram sono stati trovate macchie di sangue. Il macchinista non si sarebbe accorto di aver colpito l’uomo che si trovava in un punto buio (là effettivamente l’illuminazione stradale è fioca), forse per trovare riparo.

Fonte: RomaToday

Articolo precedenteBar e negozi senza green pass, blitz dei carabinieri
Articolo successivoIl liceo di Roma senza aule costretto a respingere il 60% delle domande di iscrizione