Home Blog

Weekend a Roma: cosa fare sabato 23 e domenica 24 ottobre

0

Weekend di fine ottobre, con temperature che si mantengono gradevoli e che permettono di programmare gite fuori porta o passeggiate tra i luoghi più belli della città.

Il cartellone di questo fine settimana è ricco di proposte per tutti, bambini inclusi. Per chi vuole restare in città è possibile godersi degustazioni dolci e salate, oppure coltivare hobby e passioni tra i mercatini più particolari o, comodamente seduti, assistere a spettacoli teatrali.  Per chi vuole fare una fuga, anche breve, dalla città le sagre di prodotti autunnali porteranno a visitare borghi e località fuori porta. Spazio anche per gli amanti dello sport all’aria aperta, con una competizione ad hoc. E sempre fuori Roma, due giorni di concerti e musica dal vivo.

Cosa fare a Roma sabato 23 e domenica 24 ottobre

Teatri in primo piano, in questo weekend, con due spettacoli teatrali che hanno per  protagonisti Emilio Solfrizzi in scena al Teatro Ambra Jovinelli e Vladimir Luxuria sul palco dell’OFF/OFF Theatre. Sipario aperto anche per gli spettatori più piccoli, con lo spettacolo Mostriciattoli al Centrale Preneste. La città diventa luogo di buone degustazioni con il Festival della Carne Argentina a Testaccio, e per i golosi di cioccolato a Villa Borghese è in programma la Festa del cioccolato artigianale. Tempo anche di mercatini e di mostre, come quelle da visitare accompagnati da una guida speciale, l’influencer culturale Fabrizio Politi. Appuntamenti da non perdere, per un weekend irripetibile.

Ecco, dunque, gli appuntamenti da non perdere sabato 23 e domenica 24 ottobre a Roma e dintorni:

Mercatini di artigianato e vintage

Nuovo appuntamento con Vintage Market a Ragusa OFF, l’ultimo prima di Natale. Ci saranno centinaia di espositori di vintage e arredamento, artigiani handmade, illustratori e artisti. Torna il format Artigiani in Mostra al Coffee House a Palazzo Colonna, lo Showroom autunnale dedicato allo shopping artigianale di moda, bijoux, accessori, complementi di arredo. Food e mercatino vintage a Serpentara dove è in programma Hippie Market foodstock edition.

Sagre fuori porta

A San Martino al Cimino la Pro Loco organizza la 33esima Sagra delle Castagne. Menù a base di antipasti, primi di polenta e secondi con grigliate miste. Il programma prevede anche visite guidate al Palazzo Doria Pamphilj e bancarelle che interesseranno le zone limitrofe del palazzo e della chiesa cistercense. Domenica a Castelnuovo di Porto si svolgerà la Sagra della Polenta tra le vie del centro storico. Apertura degli stand gastronomici (solo a pranzo) alle ore 12.  Si potranno assaggiare polenta con salsicce o funghi, arrosticini, patatine fritte, birra, Romanella.

Eventi per bambini

Al centro commerciale Maximo sarà possibile visitare il “DinoPark”, un allestimento scenografico composto da 22 dinosauri a grandezza naturale dei quali 14 animatronici, ossia con movimenti e suoni realistici. Sabato e domenica al Centrale Preneste Teatro lo spettacolo Mostricciattoli, con attori, immagini e disegno su sabbia dal vivo è di e con Vania Pucci, con disegni realizzati dal vivo e elaborazione di immagini multimediali. Solo sabato in programma lo spettacolo Prezzemolina e l’incanto delle meraviglie al Teatro Anfitrione. Lo spettacolo offrirà ai bambini spettatori la possibilità di interagire verbalmente durante alcune scene della rappresentazione.

Teatri e spettacoli

Emilio Solfrizzi al Teatro Ambra Jovinelli sarà “Roger”, in una spassosa commedia interamente ambientata su un campo da tennis, cronaca di una partita tra un generico numero due e l’inarrivabile numero uno del tennis. Vladimir Luxuria torna in teatro con lo spettacolo “Discarica” all’ OFF/OFF Theatre. Il testo affronta alcuni dei temi attuali di maggiore impatto sociale: i cinismi di una competitività esasperata, gli eccessi del consumismo e i disagi delle diversità e delle emarginazioni. Torna al Teatro dell’Opera il dramma lirico in quattro atti, con le musiche di Giuseppe Verdi, sulla vita dell’eroina nazionale francese Giovanna D’Arco. Nuovo allestimento dell’opera di Giuseppe Verdi. Sul podio il Maestro Daniele Gatti con la regia di Davide Livermore.

Fonte: Eventi

Sofia, la bimba di Ostia morta schiacciata da una porta da calcio in provincia de L’Aquila

0

Ostia è in lutto. Sofia P., una bambina di 5 anni, è morta schiacciata da una porta da calcio. Troppo gravi le lesioni riportate dalla piccola a seguito di un incidente avvenuto mentre stava giocando in un campetto in disuso. Una tragedia consumata intorno alle 16, a Rocca di Botte, un paese di circa 800 abitanti in provincia de L’Aquila. I genitori di Sofia, giovani e originari di Acilia, vivono a due passi dalla sede del X Municipio, ad Ostia Levante, quartiere in lutto appena saputa la notizia. La famiglia romana, come spesso capitava, era in vacanza in Abruzzo.

Sull’accaduto indagano i carabinieri di Tagliacozzo, che stanno ricostruendo la dinamica. Stando alle prime informazioni, fatale per Sofia è stato il crollo di una porta da calcio, che le è caduta addosso schiacciandola. I soccorritori del 118, arrivavi con anche un’eliambulanza da L’Aquila, non hanno potuto fare nulla: per la piccina non c’è stato nulla da fare.

Ma come mai c’è stato quel cedimento? Chi era lì racconta che non c’era vento. Eppure. La struttura in ferro, arrugginita col tempo, ha ceduto. La Procura dell’Aquila, ha aperto un fascicolo. Sono stati transennati e posti sotto sequestro la porta e il campo del comune di Rocca di Botte. Il vecchio campetto, ufficialmente in disuso, secondo quanto emerso da diverse testimonianze veniva usato spesso dai bimbi del posto per giocare.

La porta avrebbe ceduto – su questo particolare, da accertare, sono incentrate le indagini dei carabinieri – e la piccola vittima sarebbe stata colpita fatalmente alla testa. Un trauma violento, che non ha lasciato scampo a Sofia. La bambina era con i genitori, Federico di 27 anni e Giorgia di 30, che hanno una seconda casa proprio nel borgo abruzzese.

Sono stati proprio loro, tra i primi, a tentare di soccorrere la figlia. I genitori, sotto choc, sono stati anche ascoltati dai carabinieri, come da prassi. Per stringersi intorno alla giovane coppia, sono arrivati anche diversi parenti da Ostia. Le indagini dei carabinieri di Tagliacozzo che dovranno ricostruire l’accaduto e accertare eventuali responsabilità sono in corso, anche per verificare le eventuali responsabilità sulla sicurezza della struttura in disuso. I due giovani genitori viveno per la piccola Sofia. Tante le immagini vissute in amore tra il mare e gli spazi verdi del X Municipio.

Fonte: RomaToday

Scuola, la rivolta dei doppi ingressi: “Sì al turno unico, uscire alle 4 una follia

0
A poco più di un mese dall’inizio delle lezioni, l’Associazione nazionale presidi boccia i doppi turni d’ingresso: “L’attuale scaglionamento degli orari alle 8 e alle 9.40 produce effetti negativi sugli studenti, peggiori della didattica a distanza”.

Abolire i doppi orari d’ingresso alle 8 e alle 9,40, tornando alla singola entrata alle 8. Oppure anticipare alle 9 il secondo turno. È la richiesta che presidi, docenti, famiglie e studenti hanno inviato tramite lettera alla prefettura e all’Ufficio scolastico regionale. Anche perché uno studente su quattro entra a scuola alle 9,40 ed esce alle 16.

Fonte: Roma la Repubblica.it

Allarme bomba a Castro Pretorio: trolley sospetto davanti l’ambasciata turca

0

Allarme bomba all’ambasciata turca a Castro Pretorio. A far scattare l’allerta un trolley abbandonato trovato su un marciapiede a due passi dalla sede diplomatica della Turchia, in via Palestro.

La segnalazione della valigia sospetta poco dopo le 9:00 di lunedì mattina da parte dei soldati dell’Esercito in presidio fisso nell’area dell’ambasciata. Richiesto l’intervento alla polzia sul posto sono intervenuti gli agenti delle volanti e del commissariato Castro Pretorio che hanno transennato l’area dove è stato rivenuto il trolley.

Eseguite le verifiche sul bagaglio lo stesso è risultato vuoto, con l’allarme poi rientrato.

Fonte: RomaToday

Roma, i No Green Pass non mollano: annunciate proteste e sit in da venerdì

0

Nel giorno in cui si dovrà esibire il certificato nei luoghi di lavoro, ci saranno proteste. In mille, organizzati dall’avvocato negazionista Edoardo Polacco, saranno in piazza Santi Apostoli.

a protesta dei No Green Pass non si ferma. Dopo gli scontri di sabato scorso, in molti incroceranno simbolicamente le braccia per manifestare il loro dissenso proprio il prossimo venerdì 15 ottobre, ossia nel giorno dell’obbligo del lasciapassare verde per i lavoratori.

A due passi dalla Prefettura, stando agli annunci sui social, si presenteranno in mille. A convocare il sit in a piazza Santi Apostoli, l’avvocato Edoardo Polacco, presidente delle Sentinelle della Costituzione. Con lui anche il gruppo Salviamo i Bambini dalla Dittatura Sanitaria e il Fisi, il sindacato dei medici che non è d’accordo con il Green Pass.

L’avvocato Polacco, che parlerà sul palco insieme – tra gli altri – a Sara Cunial, la deputata negazionista convinta ex del Movimento 5 Stelle, ha annunciato sui social anche “un servizio d’ordine anti-infiltrati violenti composto da 200 colleghi avvocati”.

Secondo le stime degli organizzatori, ci saranno almeno mille persone. L’iniziativa è stata preavvisata in Questura e se ne parlerà domani nel Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Non sono escluse quindi limitazioni alla piazza, che sarà comunque monitorata.

Proprio venerdì, sui canali Telegram che dicono “basta alla dittatura” altri gruppi contro il Green Pass si danno appuntamento in piazza – senza specificare quale – per il 15 ottobre: “Non andiamo più a lavoro blocchiamo le strade fino a quando non tolgono il Green Pass”. C’è chi “consiglia” di usare trattori, chi camion di liquami: la missione è unica, “bloccare il Paese”.

L’obiettivo dei No Green Pass è quello di iniziare uno “sciopero ad oltranza” per venerdì e scendere in piazza sabato. Sulle chat, nella Capitale, si leggono piazza Cesario Console ad Ostia e piazza del Popolo come possibili luoghi di ritrovo della protesta, dalle 16, indetta in diverse parti d’Italia.

Difficile, però, che la Questura – che ancora non ha ricevuto richieste in merito – possa lasciare a disposizione la piazza dato che, venerdì pomeriggio, lì ci sarà Roberto Gualtieri per il comizio finale del centrosinistra in vista del ballottaggio. Non ci sarebbero quindi i tempi tecnici per risistemare e bonificare la zona.

Fonte: RomaToday

Poliziotto in borghese picchia manifestante a Roma: l’agente si è autodenunciato in Questura

0

Nei canali social dei No Green Pass, l’uomo veniva identificato con un dirigente della polizia del commissariato Prati, poi risultato estraneo ai fatti.

andato in Questura e si è autodenunciato, dopo il tam tam delle immagini sui social che lo avevano ormai messo alla gogna al termine della manifestazione di sabato dei No Green Pass, sfociata in una guerriglia per le strade di Roma.

Protagonista della vicenda un poliziotto in borghese che prima si era mischiato tra chi stava protestando, per poi essere ripreso mentre picchia un manifestante esagitato con calci e pugni. Nel pomeriggio di lunedì il poliziotto si è presentato in Questura, ha fornito le sue generalità e si è denunciato all’Autorità Giudiziaria. Il reato contestato è quello delle percosse.

Già da domenica circolava sui social dei No Green Pass il video che mostrava un uomo in maglietta grigia durante il fermo di un manifestante in via del Corso. Nelle prime immagini si vede l’agente accanto a due blindati: dà spinte a uno dei due mezzi accanto ai No Green Pass, imita i loro gesti. La seconda, quella più grave, proprio in via del Corso: lo stesso poliziotto picchia il manifestante già a terra.

Nei canali social l’uomo in maglia grigia veniva identificato (e scambiato erroneamente) per un dirigente della polizia del commissariato Prati, poi risultato estraneo ai fatti. A confondere gli utenti il viso che poteva apparire simile, ma la Questura dopo i riscontri fatti ha escluso che l’uomo in maglia grigia fosse il dirigente del commissariato Prati.

Sui canali Telegram, gli insulti contro il dirigente della polizia di Stato erano però ormai un fiume in piena tanto che ieri è stato denunciato anche l’autore del post originale. Uno scambio di persona costato caro, per la persona denunciata ora accusata di diffamazione e calunnia.

Fonte: RomaToday

Mauro Pecchenino: Aziende andiamo

0
Aducta
Aducta

Dare un’occhiata alla copertina del mensile Qui Aducta, edito dall’azienda omonima, leader nella Disinfestazione, fondata a Roma nel 2010 dai Fratelli Alessio & Danilo Lerani, dà un senso palese di ripartenza, di ripresa della vita e delle attività. C’è una frase, che fa pensare in positivo, senza scomodare la retorica e senza dimenticare che nulla potrà tornare come era prima della pandemia.

Si legge in copertina ‘Settembre Andiamo’ e ci viene naturale parlare di ripresa e lavoro in azienda, con il direttore responsabile della Testata, Mauro Pecchenino, Consulente internazionale di Comunicazione d’Impresa e Giornalista, in questa veloce intervista.

Mauro, cosa significa Settembre Andiamo?

“Devo dire prima di tutto che ci siamo ispirati al verso di una lirica di Gabriele D’Annunzio per dare un senso di voglia di fare, di andare avanti. E settembre, con il suo arrivare dopo il momento estivo, è il mese ideale per pensare e programmare una ripartenza, un po’ in tutti i campi. Tutto questo detto senza retorica e frasi fatte. Inoltre, Aducta è un’azienda che rappresenta bene questo concetto: vivere qualche giorno nella sua sede a Roma est è sinonimo di fare, con continuazione e giovane frenesia, tra una serie, senza sosta, di riunioni, video, telefonate, scambio di pareri, confronti e sessioni di cabina di regia, dove si discute soprattutto di Comunicazione & Marketing”.

A tuo parere, la ripresa ci sarà?

“E’ difficile fare previsioni precise, mi sembra che anche gli economisti e gli osservatori ufficiali cambino spesso parere, però credo ci sia una volontà di fare, di lavorare, di riportare i mercati in attività, via via sempre più piena, nonostante le tante difficoltà di ricostruire un Paese e un Mondo che hanno subito uno tsunami tremendo. Dal mio osservatorio, che è quello delle Aziende, c’è la volontà e ci sono le aspettative per lasciarsi alle spalle un periodo difficilissimo, durato due anni e non ancora finito e risolto, per affrontare di nuovo i mercati, con la giusta determinazione. E permettetemi di aggiungere che Aducta, anche con il suo giornale mensile, è una prova palpabile di questa voglia di crescere e lottare”.

Per maggiori informazioni visita il nostro sito web: Aducta.it

Presentata la festa del Cinema di Roma: 23 i film in concorso. Tra gli ospiti Quentin Tarantino

0

I nastri di partenza la sedicesima edizione della ‘Festa del Cinema di Roma’. Location dell’evento l’Auditorium Parco della Musica che dal 14 al 24 ottobre ospiterà la rassegna cinematografica – la prima dopo la pandemia – e gli ospiti internazionali. Tra gli special gust anche Tim Burton e Quentin Tarantino.

Alla Festa del Cinema 22 registe

Una programmazione ricca quella in calendario alla ‘Festa del Cinema’: 23 tra film e documentari nella Selezione Ufficiale, 3 ‘Tutti ne parlano’, 11 Eventi Speciali, 3 coproduzioni Festa del Cinema – Alice nella città, 8 Riflessi, 13 Incontri Ravvicinati, 10 ‘Duelli’ sul Cinema. La nuova edizione sarà anche femminile: 22 registe donne che animeranno la festa provenienti da ventidue Paesi diversi. La rassegna, presentata in conferenza stampa nella mattina di mercoledì, presso l’Auditorium, avrà 5 Preaperture, 1 Restauro, 5 Omaggi, 1 Retrospettiva di 13 titoli, 7 Film della nostra vita, 10 Eventi per il sociale e per l’ambiente, 26 Altri eventi della Festa.

‘The eyes of Tammy Faye’ apre la rassegna

Ad aprire la rassegna il film ‘The eyes of Tammy Faye’, di Michael Showalter, che annovera nel cast gli attesissimi Jessica Chastain e Andrew Garfield. In Selezione Ufficiale l’unico italiano ‘Girl returned – L’Arminuta’, di Giuseppe Bonito, con Sofia Fiore, Carlotta De Leonardis, Vanessa Scalera, che racconta la storia di una tredicenne restituita alla famiglia in cui è nata, che quando aveva pochi mesi l’ha ceduta a dei cugini benestanti che vivevano in città.

In programma nella sezione ‘Riflessi’ la serie in quattro episodi su Muhammad Ali, ‘Stories of a generation con Papa Francesco’ di Simona Ercolani: il pontefice è il narratore dello show con persone nella terza età provenienti da tutto il mondo che condividono le loro incredibili esperienze di vita.

Tra gli omaggi, spicca quello al grande Gigi Proietti. Il restauro riguarda invece il capolavoro di Ettore Scola ‘C’eravamo tanto amati’, che celebra i 90 anni dalla nascita di Scola e i 100 da quella di Manfredi. Uno degli ‘highlights’ della manifestazione sono sicuramente gli Incontri Ravvicinati, che quest’anno vedranno personaggi del calibro di Tim Burton e Quentin Tarantino (che riceveranno il Premio alla Carriera della manifestazione), Claudio Baglioni, Marco Bellocchio, Jessica Chastain, Alfonso Cuaron, Luca Guadagnino, Ligabue e Fabrizio Moro, i fratelli Manetti, Frank Miller, Zerocalcare, Zadie Smith e Joe Wright.

‘A casa tutti bene’ di Muccino, evento fuori concorso

All’evento dipresentata oggi dal direttore artistico Antonio Monda (alla sua settima direzione della kermesse) e dalla Presidente della Fondazione Cinema per Roma Laura Delli Colli. “Un’edizione caratterizzata da una grande voglia di ripartire, grinta, forza – ha detto Delli Colli, ma che – come l’anno scorso- a causa delle regole restrittive per il Covid, non vedrà neanche quest’anno il pubblico accalcarsi sul red carpet. “Il pubblico potrà comunque vedere avvicendarsi le star sul tappeto rosso dalla Cavea superiore – ha detto il direttore generale della Fondazione Cinema per Roma Francesca Via- ma su prenotazione, per evitare assembramenti”.

Fonte: Eventi

Elezioni X Municipio, le schede non coincidono con il numero dei votanti

0

Tra i rappresentanti di lista c’è stata la richiesta dell’intervento della Polizia di Stato per acquisire le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza.

Le elezioni non finiscono mai. Le polemiche che ne conseguono ancora di più. Ostia finisce ancora sotto i riflettori per un caso in una sezione, la numero 1850 ospitata nel plesso scolastico Amendola di via dell’Idroscalo, nella quale – in fase di riconteggio – è emerso che il numero di schede votate scritto sul registro del presidente di saggio risultava superiore a quello delle schede presenti in mano ai scrutinatori.

Tra i rappresentanti di lista c’è stata la richiesta dell’intervento della Polizia di Stato per l’acquisizione delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza. Dopo una prima indagine degli agenti che stavano sorvegliando la scuola, è emerso che alcune schede si trovavano in un cestino fuori il plesso.

“Vogliamo vederci chiaro”, dichiarano in una nota congiunta Monica Picca, candidata presidente del Municipio X per il centrodestra alle elezioni amministrative, e Simonetta Matone, candidato Prosindaco e capolista della Lega per le elezioni al Comune di Roma che denunciano: “Durante lo spoglio elettorale abbiamo riscontrato delle anomalie presso la sezione 1850 all’Idroscalo di Ostia. Un caos totale, dove solo grazie alle nostre segnalazioni si è giunti al commissariamento del seggio su indicazione del presidente e gli atti saranno consegnati alla Corte d’Appello. Una competizione elettorale sana non dovrebbe generare tali episodi”. Nel X Municipio al ballottaggio andranno proprio l’esponente del centrodestra Monica Picca e Mario Falconi, espressione del centrosinistra.

Fonte: RomaToday

Il rogo del ponte a Roma, sotto accusa i fuochi dei clochard sul Tevere

0
Il rogo del ponte a Roma, sotto accusa i fuochi dei clochard sul Tevere
Si indaga per scoprire l’origine delle fiamme: la temperatura ha raggiunto i 600 gradi. Sotto accusa i bivacchi dei senzatetto. Escluso il dolo: resta in piedi anche l’ipotesi del corto circuito

C’è silenzio sul ponte di Ferro sfregiato dalle fiamme nella notte. E che diventa, adesso, lo sfondo di migliaia di selfie scattati qualche metro più in là dai curiosi. Attorno è un viavai di tecnici, carabinieri, vigili del fuoco, esperti del Comune che, nella domenica di voto, studiano la causa del rogo che ha ferito il passaggio dei romani tra i due quartieri Ostiense a Marconi.

Fonte: Roma la Repubblica.it

Henok morto a 22 anni in un incidente stradale: tornava da una festa con i suoi amici

0

Sulla dinamica dell’incidente indagano gli agenti della polizia locale di Roma Capitale, l’automobile e gli smartphone sono stati posti sotto sequestro per gli accertamenti necessari.

Tornavano da una festa di compleanno. Una nottata tirata per le lunghe, fino all’alba. Ore passate con gli amici di sempre. La macchina, una potente Mercedes Classe B con a bordo quattro giovani, percorre il Lungotevere Aventino, all’altezza di Ponte Palatino, quando il ragazzo al volante – un 26enne algerino – perde il controllo e l’auto si schianta contro un palo. Un ragazzo di 22 anni perde la vita. Gli altri tre, tutti amici della stessa comitiva, sono ricoverati in prognosi riservata, due dei quali sono in gravi condizioni. È la drammatica ricostruzione di quanto accaduto ieri a Roma.

Morto tra le lamiere di quella Mercedes, Henok Girmay Gebrearegawi, un italiano di origini etiopi. Un “bravo ragazzo”, lo descrivo in tanti. Uno studente che era di base a Londra con il sogno di diventare un imprenditore di successo. Studiava molto. Era tornato a Roma solamente per stare un po’ in famiglia e festaggiare il compleanno di un amico, uno di quelli della comitiva di Rocca Cencia, dove lui – e i ragazzi a bordo della Mercedes – sono di casa.

I 4 erano in compagnia di altri amici. Qualche chiacchiera, magari qualche bicchiere (saranno i test di alcol e droga disposti come da prassi a dirlo), poi l’ora di tornare a casa. Almeno nelle intenzioni. La tragedia alle 4 del mattino. Un impatto a forte velocità, secondo una prima ricostruzione, che non ha lasciato scampo a Henok Girmay Gebrearegawi, morto sul colpo. Il 22enne che era seduto sul sedile posteriore sul lato destro dell’auto. Per liberare il corpo dalle lamiere accartocciate sono dovuti intervenire i vigili del fuoco.

Con Henok e il 26enne alla guida della Mercedes, c’erano anche altri due ragazzi di 24 anni e 25 anni. Tutti italiani di seconda generazione. Origini da varie parti del mondo, ma amici. Il 26enne di origine algerina, dapprima trasportato al Santo Spirito e poi trasferito al San Camillo per le complicazioni, è il più grave dei tre. Gli agenti della polizia locale del XIII Gruppo Aurelio che indagano, appena i medici daranno l’ok, lo sentiranno: potrebbe essere indagato per omicidio stradale poiché si trovava alla guida.

Nello stesso ospedale è ricoverato anche il ragazzo di 24 anni, mentre l’altro è stato portato al San Giovanni, dove è stato operato. La Classe B che, aveva appena lasciato Testaccio, dove appunto la comitiva aveva festeggiato il compleanno di un amico di Henok. La tesi è che non sia stata coinvolta un’altra vettura. Ipotesi è che il 26enne al volante dell’auto si sia accorto solamente all’ultimo momento dello spartitraffico sul Lungotevere che permette l’inversione di marcia.

Nelle prossime ore non sono esclusi ulteriori sopralluoghi degli investigatori della polizia locale e ricostruzioni scientifiche, anche per escludere o meno l’ipotesi di un eventuale malore del ragazzo alla guida della Mercedes. Intanto, in attesa della ricostruzione dell’esatta dinamica del sinistro, via di Rocca Cencia, dove Henok e suoi amici erano cresciuti, sono in lutto.

Fonte: RomaToday

Roma, rapinata e violentata in casa: arrestate tre persone. Potrebbe essere una “punizione”

0

Due dei malviventi sono stati trasferiti a Regina Coeli, mentre l’altro si trova nella casa circondariale di Avellino

Pistola in pugno, l’hanno sorpresa nel sonno e immobilizzata, poi con l’arma puntata contro, le hanno preso il denaro contante trovato nell’abitazione.

Martedì 28 Settembre 2021, 22:46 – Ultimo aggiornamento: 23:01. Rapinata e violentata in casa da una banda di tre uomini arrivati dai Castelli Romani…

Fonte: ilmessaggero.it

Ladri in azione nei centri commerciali, tre arresti

0

Verifiche dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma nelòe vie dello shopping e le aree di interesse commerciale.

Saccheggiavano i negozi presenti nel centro commerciale Maximo e nel Forum Termini. In due distinte operazioni, nelle ulime ore, i carabinieri hanno arrestato tre ladri con l’accusa di furto aggravato. Nella prima, i militari Eur hanno catturato due romeni, un 23enne e una 25enne, sorpresi all’interno di un negozio del centro commerciale in via Laurentina mentre occultavano diversi capi di abbigliamento, dopo averne rimosso le placche antitaccheggio.

I carabinieri, allertati dal personale addetto alla sicurezza, sono intervenuti bloccando la coppia e recuperando la refurtiva. Gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

All’interno della galleria Forum Termini, invece, i militari del Nucleo Roma Scalo Termini hanno bloccato un 35enne peruviano, senza fissa dimora, sorpreso mentre asportava diversa merce dagli espositori di uno store. Gli uomini dell’Arma lo hanno arrestato e lo hanno perquisito, rinvenendo in suo possesso uno strumento metallico a forma di uncino con cui aveva danneggiato le placche antitaccheggio della merce rubata. L’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in caserma, in attesa del rito direttissimo.

Fonte: RomaToday

A Roma est cinque classi di bambini in quarantena

0

I bambini positivi al Coronovirus potrebbero essersi contagiati in una scuola calcio di Tor Bella Monaca. La Asl Roma 2 è al lavoro per il tracciamento dei casi.

Cinque classi in quarantena, circa novanta bambini a casa e lezioni iniziate con il freno a mano tirato. È lo scenario che si sta verificando in queste ore a Roma est dove, tra Valle Fiorita e Torrenova, il contagio da Coronavirus colpisce chi ha meno di 12 anni, ossia la fascia di età meno sottoposta al vaccino anti Covid nel Lazio.

Stando a quanto riscontrato, tutto sarebbe iniziato dalla positività riscontrata in quattro bambini che, secondo quanto ricostruito, avevano partecipato ad un open day in una scuola calcio a Tor Bella Monaca. Tornati a casa, i genitori hanno comunicato la positività alle rispettive scuole. Tre di loro frequentano l’Ic di via San Biagio Platani 260. Qui, in quarantena, sono state messe tre classi con circa 40 bambini a casa.

Anche la famiglia del quarto bambino ha contattato il plesso di appartenenza. I piccoli, secondo quanto si apprende, sono sì positivi al Covid, ma fortunatamente stanno bene. Non lontano da Valle Fiorita, a Torrenova, si registrano altre due classi in quarantena per tre casi di bimbi positivi all’Ic Poseidone, tutti riscontrati dopo i primi giorni di scuola. Ecco così che, in pochi giorni, la classe delle scuole primarie a Roma est sono almeno cinque. La Asl Roma 2 è al lavoro per tracciare i contagi.

Solamente giovedì scorso, l’Associazione nazionale presidi Lazio aveva lanciato un allarme, ossia che dall’inizio dell’anno scolastico a Roma e provincia c’erano già 50 classi in quarantena. Un dato, questo, aggiornato nelle ultime ore. Nel Lazio, stando ai numeri forniti da Salute Lazio, dei quasi 7 milioni di vaccini inoculati, appena 63mila riguardano i minori di 16 anni, la fascia di età meno immunizzata contro il Covid.

Fonte: RomaToday

“Ti ammazzo”, pestata dal fidanzato in un distributore di benzina

0

E stata picchiata dal suo fidanzato che ha anche minacciato di ucciderla. È così che un litigio di coppia, si è trasformato nell’ennesima aggressione. A ricostruirla i carabinieri della Stazione di Casalotti, intervenuti lunedì mattina presso un distributore di benzina nella zona di La Storta.

Qui un albanese di 27 anni, ha aggredito fisicamente e minacciato di morte la sua fidanzata, una romena di 27 anni. Il ragazzo ha aggredito varie volte la vittima nel corso dell’ultimo anno, ma quest’ultima si è sempre rifiutata di presentare denuncia. Dopo l’ennesimo litigio e l’ennesima aggressione subita, ha chiamato i carabinieri, i quali prontamente sono intervenuti ed hanno arrestato il 27enne, che continuava ad inveire e minacciare la donna.

Fonte: RomaToday

- Advertisement -
524FansMi piace
4FollowerSegui

Selezionati per te