Home VARIE Cessione azienda in pillole – L’importanza dell’assistenza dei professionisti

Cessione azienda in pillole – L’importanza dell’assistenza dei professionisti

201
0
Cessione azienda in pillole - L’importanza dell’assistenza dei professionisti
Cessione azienda in pillole - L’importanza dell’assistenza dei professionisti

L’importanza dell’assistenza dei professionisti

Nella nostra Agenzia, quando siamo di fronte a un cliente che dichiara di non avere il supporto di un professionista, vige l’obbligo di consigliargli di affidarsi ad un consulente esperto, perché nella cessione d’azienda gli aspetti da prendere in considerazione sono numerosi e complessi, riguardando l’ambito legale, amministrativo, fiscale e urbanistico, per dire i più importanti.

Il mediatore deve fornire tutte le informazioni necessarie a dare un quadro completo ma non si può pretendere che l’Agente immobiliare sia in grado di sostituire la competenza di un Avvocato, di un Commercialista o di un Notaio, né che possa assumersi tale responsabilità.

Se prendiamo in considerazione l’interesse del solo compratore, le verifiche* necessarie a controllare la regolarità dell’azienda dovranno riguardare il suo funzionamento e gli adempimenti verso la Pubblica Amministrazione.

Vanno verificati gli incassi, le uscite, i rapporti di lavoro dipendente e, in generale, tutti contratti in corso. Va verificata la situazione degli immobili, delle attrezzature e degli impianti che devono essere esaminati sia per la loro funzionalità che per la rispondenza alle norme tecniche e di sicurezza.

Va fatta una verifica puntuale degli adempimenti obbligatori nei confronti della Pubblica Amministrazione, ad es. verso il Comune, il Fisco, le ASL, l’Ispettorato del lavoro, in particolare sulla regolarità delle concessioni, autorizzazioni e dichiarazioni obbligatorie richieste dalla legge. Fondamentale è la verifica della regolarità urbanistica e catastale dei locali in cui si opera.

La conoscenza delle norme che regolano i trasferimenti d’azienda è essenziale per arrivare alla firma del contratto senza dubbi e sorprese. Inoltre, sarà utile conoscere gli usi locali in materia e avere dimestichezza con gli uffici pubblici che rilasciano le autorizzazioni e che svolgono i controlli.

Infine, vanno valutate eventuali cause pendenti, il cui esito può aumentare o diminuire la disponibilità dei beni aziendali.

Gli argomenti che precedono rafforzano l’affermazione iniziale sulla necessità di rivolgersi a professionisti esperti.

Un Commercialista, per quanto riguarda gli aspetti amministrativi, contabili e fiscali e un Avvocato per la stesura del contratto, meglio se esperto in materia. Certo, la presenza di entrambi diventa sempre più necessaria al crescere degli interessi in gioco.

Altrettanto necessaria è l’assistenza di un tecnico (Ingegnere, Architetto o Geometra) per la verifica degli immobili in cui risiede l’azienda.

In definitiva si sconsiglia vivamente il “fai da te”, anche nel caso di piccole attività, perché i rischi insiti in queste operazioni possono essere di entità maggiore del valore della transazione. Basti pensare a quanto possano incidere le spese per la messa a norma degli immobili o degli impianti e delle attrezzature o alla pur limitata responsabilità solidale del compratore per i debiti fiscali del cedente. I rischi del venditore sono soprattutto legati alla valutazione della figura del compratore e alla sua capacità nel far fronte agli impegni presi, in particolare nel caso di pagamento dilazionato.

* Può essere utile sapere che per definire queste verifiche si usa la terminologia anglosassone “due diligence”.

Prossimamente:   Quali soggetti vendono o comprano. Il percorso contrattuale.

Per informazioni: Dott. Vincenzo Cortese

Studio Cortese Immobiliare d’Impresa
Via Famiano Strada, 10 – 00179 Roma
Tel. 067842872
Cell. 3381104716
www.immobiliaredimpresa.com
studio.cortese@immobiliaredimpresa.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui