Home CRONACA Roma Fiumicino, botta e risposta tra genitori e Comune: merendine scadute ai...

Roma Fiumicino, botta e risposta tra genitori e Comune: merendine scadute ai bimbi

184
0

Alcuni genitori, indignati, hanno postato nei giorni scorsi sui social le immagini di merendine scadute che sono state date ai bimbi in scuole della zona di Fiumicino. Ovviamente è subito scattato il “botta e risposta” con il Comune di Roma, chiamato in causa per l’accaduto.

L’assessore alla Scuola Paolo Calicchio dichiara che le maestre hanno distribuito ai bambini alcune merendine che avevano conservato tempo fa senza alcuna autorizzazione. Gli alimenti sono risultati scaduti. Non vi sarebbe quindi alcuna responsabilità del Comune nella gestione delle mense scolastiche.

Si tratterebbe quindi di un gesto poco accorto delle maestre che non hanno verificato prima la data di scadenza delle singole merendine.

L’argomento della qualità del cibo servito ai bimbi all’interno delle mense scolastiche è molto sentito dai genitori, anche se chiaramente bisogna evitare che diventi pretesto per una sterile quanto inutile “battaglia politica”.

Come riferisce Calicchio: “Sarebbe bastata una telefonata all’assessorato per sapere cosa era successo”. Invece, come spesso succede, si è scelta la strada della denuncia sui social con relativa pubblicazione di foto.

L’indignazione dei genitori, d’altro canto, è più che legittima e non può essere condannata o sottovalutata. Episodi come questo fanno riflettere circa la necessità di un maggiore controllo su tutto ciò che concerne l’alimentazione dei più piccoli, soprattutto nell’ambito scolastico.