Home VARIE Caldaie a Condensazione Rinnai

Caldaie a Condensazione Rinnai

325
0

Può essere veramente molto interessante scoprire quello che sono le caratteristiche delle caldaie a condensazione Rinnai, che sono tra le più consigliate sia per l’azienda che è di alto livello nonché leader del settore, ma anche per quanto riguarda la tecnologia che è molto apprezzata dai tecnici che di solito fanno le consulenze ai clienti, facendo proprio questo tipo di considerazione, e consigliando quindi questo tipo di dispositivo.

Una caldaia a condensazione infatti è molto tecnologica ed è molto più innovativa all’avanguardia, rispetto alle vecchie caldaie a camera stagna, che ancora troviamo in molte abitazioni e molte famiglie, ma che non vengono più prodotte in quanto vietate dentro l’Unione Europea.

 Può essere che in effetti ce ne sia qualcuna in magazzino fuori dall’Italia: però è bene ribadire che non è più consigliato installarle, visto che hanno tanti vantaggi rispetto a quelle a condensazione, le quali sono preferibili innanzitutto perché emettono una minore quantità di fumi tossici e cioè quelli che vanno ad innalzare il grado di anidride carbonica nell’aria, e che sono tra i principali responsabili del riscaldamento globale.

Si parla di una problematica che deve essere presa molto sul serio: non è un caso che la caldaia debba essere controllata in maniera periodica per ricevere un’attestazione conosciuta col nome di bollino, blu che garantisce un perfetto funzionamento dopo un’analisi accurata dei fumi di combustione.

 Ma se la caldaia non dovesse ricevere il bollino blu obbligatorio la persona responsabile della sua gestione, potrebbe essere sottoposto a una multa: in ogni caso al di là degli obblighi è una cosa molto positiva far controllare dal tecnico il valore dei fumi della combustione, i quali sono importanti per capire se la caldaia funziona bene a livello generale.

 Ma anche con lo scopo di mantenere i consumi bassi in quanto, nel momento in cui la caldaia sarà efficiente, andremo a risparmiare sul costo del combustibile, che come sappiamo negli ultimi anni è schizzato alle stelle.

 

Differenze principali tra una caldaia normale e una a condensazione

Risulta molto facile capire qual è la differenza tra i due tipi di caldaia perché quella principale ha a che fare con la gestione dei fumi della combustione prodotti dentro la camera di combustione.

 Parliamo di fumi che sono generati dall’incontro tra comburente e combustibile il quale devono essere ripuliti in maniera periodica, grazie a una manutenzione ordinaria. Mentre per quanto riguarda la caldaia tradizionale devono essere espulsi verso l’esterno e cioè attraverso una canna fumaria per cui essere dispersi nell’ambiente.

Invece per quanto riguarda la caldaia a condensazione saranno recuperati e trasformati in condensa la quale per via della trasformazione del materiale gassoso in liquido sarà recuperata, per poi essere rimessa in circolo dentro il prodotto, sotto forma di una nuova energia.

 Tutto questo permette di ottimizzare i processi e di risparmiare il 30%, rispetto a quello che si consuma con una caldaia tradizionale e cioè vale a dire che nel corso dei 15 anni di vita della caldaia si potranno risparmiare un bel po’ di soldi di combustibile.