Home EVENTI & CULTURA Vicenzaoro chiude la sua ultima edizione con presenze da record

Vicenzaoro chiude la sua ultima edizione con presenze da record

45

Vicenzaoro – The jewellery boutique show chiude la sua ultima edizione con presenze da record. L’evento, infatti , iniziato giovedì 17 marzo e terminato lunedì 21, in soli 5 giorni ha registrato una crescita del 24% rispetto alla precedente edizione dello scorso settembre, di pari durata, inserita anch’essa nell’inedito contesto post pandemico caratterizzato da nuovi paradigmi di business rispetto alle edizioni più lontane. Un successo vero e proprio con una importante partecipazione internazionale che ha visto operatori da 127 nazioni, con un’affluenza di buyers e visitatori dall’estero , in particolare da Spagna (6,5% del totale), Germania (6,4%), Stati Uniti (6,3%), Grecia (5,3%), Francia (5,2%), pari al 53%.

A completare l’offerta è stato anche T.gold, dedicato ai macchinari e alle tecnologie avanzate per i processi di progettazione e realizzazione del gioiello con 140 marchi da 15 nazioni e la prima edizione di Vo’clock privé con 23 nomi dell’orologeria contemporanea. Un bilancio importante quella della fiera internazionale di IEG – Italian Exhibition Group, primo appuntamento europeo per il settore orafo-gioielliero. Cinque giorni di business, show, formazione, tavole rotonde e approfondimenti che hanno riunito un tessuto imprenditoriale sano e solido, con prospettive concrete per gli oltre 1000 brand espositori e 300 buyer ospitati da 50 paesi del mondo, oltre a studenti, designer, scuole, istituzioni, media da tutto il mondo.

Tra gli espositori di questa edizione, grandi brand della gioielleria, tra cui Roberto Coin, Damiani Group, Fope, Annamaria Cammilli, Crivelli, Leo Pizzo, Fabergé, Alessio Boschi, Schreiner, Yoko London, Akillis, che hanno portano in esposizione veri e propri capolavori della manifattura gioielliera, capaci di stupire il visitatore perla preziosità dei metalli e delle pietre selezionate. All’interno del media village, dedicata alle riveste e agli sponsor, è stato possibile conoscere aziende leader del settore, come «GEM24K» il marketplace italiano dedicato alle società e agli esperti del settore orafo e orologiero.

Un vero e proprio network che offre la possibilità a tutti gli amanti del settore, di confrontarsi, scambiare opinioni e consigli con l’obiettivo di mettere in contatto le persone interessate, sia per lavoro che per hobby, al mondo della gioielleria condividendo il piacere del bello e del lusso con gli stessi ideatori. Un settore in crescita, quello della gioielleria, che nel 2021 ha registrato un giro d’affaridi 8,8 miliardi di euro ed export in crescita del Made in Italy +15,7% vs 2019 (+54% sul 2020), con una crescita a doppia cifra rispetto al 2019 verso USA ed Emirati Arabi Uniti (export Extra-UE vale il 75%).

Massimiliano Gobbi

Per maggiori informazioni visita il nostro sito web: gem24k.com

Articolo precedenteAl via VicenzaOro 2022, il più grande salone europeo dedicato al settore orafo-gioielliero
Articolo successivoBoccea Street Food: Truck e ApeCar si sfidano ai fornelli