Home ATTUALITA’ Castel Sant’Angelo: abbattuto il cinghiale che si aggirava nel fossato

Castel Sant’Angelo: abbattuto il cinghiale che si aggirava nel fossato

64
Castel Sant’Angelo: abbattuto il cinghiale che si aggirava nel fossato

Era stato avvistato nel parco che circonda Castel Sant’Angelo. Ma la sua permanenza nel fossato, non è durata a lungo. Il cinghiale che girovagava all’ombra dell’antico fortalizio ed a due passi da San Pietro, è stato infatti abbattuto.

L’operazione

“L’hanno ammazzato di notte, nel sonno” ha protestato il consigliere pentastellato Daniele Diaco. Tra le proteste degli animalisti, che si sono presentati con le telecamere ed hanno contestato l’operazione, l’animale è stato soppresso.Per effettuare l’intervento sono accorse sul posto agenti della polizia locale di Roma Capitale, operatori della Asl Rm1 e la polizia della città metropolitana, come prevede il protocollo per la gestione della fauna selvatica che, Campidoglio, Regione ed ex Provincia, hanno sottoscritto nel 2019.

I video girati dagli animalisti

Ad assistere al prelievo dell’animale, nella serata del 15 giugno, si sono presentati anche degli animalisti. Con due differenti videocamere hanno ripreso il personale in abiti borghesi che ha effettuato l’intervento in un’area transennata dalla polizia locale, presente sul posto. Il personale, nel chiedere di non essere ripreso, ha spiegato di essere di “una ditta privata”, tra le proteste degli animalisti che hanno seguito gli operatori continuando a chiedere spiegazioni.

Le proteste per l’intervento

“L’unica colpa di quel cinghiale era girovagare nel parco di Castel Sant’Angelo. Un animale innocuo in cerca di cibo, che poteva essere narcotizzato e riportato nel suo habitat naturale. Invece questa amministrazione, nello sconcerto generale, ha deciso di ucciderlo” ha tuonato Diaco che, in Campidoglio, riveste anche la carica di vicepresidente della commissione Ambiente.

La segnalazione dei cittadini

La prima segnalazione relativa alla presenza dell’ungulato era stata effettuata dall’associazione parco di Castel Sant’Angelo. “Abbiamo allertato chi competente” era stato scritto il 15 giugno sulla pagina facebook dell’associazione, che aveva postato anche il video dell’animale “Voi comunque prestate attenzione. Si trova nel fossato esterno del parco di Castel Sant’Angelo lato via della Conciliazione”. L’intervento della polizia e della asl rm1 è avvenuto nell’arco della stessa giornata.

Fonte: RomaToday

Articolo precedenteEsami del sangue: si ritorna a farli senza prenotazione
Articolo successivoLa truffa del finto rappresentante di elettrodomestici per derubare gli anziani di Talenti