Home SPORT Il premio “Lupa capitolina d’oro” a Simona Quadarella

Il premio “Lupa capitolina d’oro” a Simona Quadarella

326
0
A Palazzo Senatorio  questa mattina la nuotatrice Simona Quadarella ha ricevuto dalla sindaca  Virginia Raggi dopo aver incontrato gli studenti della borgata Ottavia il prestigioso premio della “Lupa capitolina d’oro“, massimo riconoscimento conferito dal Campidoglio.

 

 

 

 

 

 

Questo sarà forse l’anno più importante della mia carriera con le Olimpiadi di Tokyo 2020, spero di potervi regalare ancora grandi emozioni come ho fatto finora” ha detto la campionessa romana nell’aula Giulio Cesare. “Grazie alla sindaca Raggi per questo invito vedere i ragazzi e la mia famiglia tutta qui mi emoziona, sono una ragazza come voi che viene da una famiglia semplice e da una scuola e una famiglia normale”
Con Simona Quadarella, pluricampionessa mondiale ed europea, nonché autrice del record italiano dei 1500 stile libero in vasca corta in 15’35”82, erano presenti, tra gli altri, anche il presidente della Federnuoto Paolo Barelli, il primo allenatore di Simona, Marco Di Lorenzo, e l’attuale coach Christian Minotti.

Raggi:  “La sua storia mi ha appassionata perchè ha cominciato a muovere i primi passi nelle periferie dove ci sono delle bellissime storie che dobbiamo imparare a raccontare

Oggi siamo qui per una campionessa romana che viene dalla periferia che rappresenta non solo Roma ma tutta l’Italia con questi grandissimi successi – ha dichiarato la Raggi difronte ai ragazzi delle scuole della periferia di Ottavia dove è cresciuta la Quadarella – Questo è un momento importante, noi siamo qui per celebrare una ragazza che in pochi anni è nata e cresciuta ed è diventata una grande campionessa come ci dimostra. La sua forza di volontà e la determinazione sono fondamentali per riuscire nella vita”. 
 “La sua storia mi ha appassionata perchè ha cominciato a muovere i primi passi nelle periferie dove ci sono delle bellissime storie che dobbiamo imparare a raccontare e mi faceva tanto piacere ricevere Simona e i giovani del vostro quartiere perchè i successi si possono costruire a partire da qualunque luogo e persona – ha continuato – Abbiamo un potenziale enorme: lei ha anche cominciato a studiare all’Università: si allena, studia e dà esami. E’ fantastico vedere questi esempi che possono indicarci la strada. Ha una grinta da vendere ed è questo che noi dobbiamo tirare fuori dalla vita, ciascuno di noi dobbiamo tirare fuori questa grinta. Dobbiamo capire che a Roma possiamo essere fortissimi“.

 

L'immagine può contenere: una o più persone e primo piano