Home EVENTI & CULTURA Apertura straordinaria dimore storiche del Lazio: 70 siti nelle 5 province

Apertura straordinaria dimore storiche del Lazio: 70 siti nelle 5 province

600
0

La Regione Lazio ha predisposto l’apertura straordinaria d’autunno per le dimore storiche presenti nel territorio laziale. Si tratta di 70 siti distribuiti nelle cinque province. Domenica 17 Novembre sarà data  a tutti la possibilità di visitare gratuitamente le splendide dimore, parchi, giardini storici che rendono ancora più belle le province del Lazio.

Avvalendosi della collaborazione della Rete delle Dimore Storiche, la Regione Lazio ha avviato un grande progetto che mira alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico e architettonico del territorio. L’obiettivo è realizzare un modello di turismo che sia il più possibile sostenibile e quindi competitivo.

La Rete delle Dimore storiche si allarga continuamente: ad oggi, infatti, le ville e le dimore comprese nel circuito sono circa 137. Ma vi sono anche conventi, monasteri, chiese, castelli, parchi, giardini. Molti di questi luoghi non sono conosciuti, ecco perché iniziative come l’apertura straordinaria di domenica prossima sono assai utili.

A supporto dell’iniziativa, realizzata con il supporto di Lazio Innova e la collaborazione di I.R.Vi.T. – Istituto Regionale Ville Tuscolane, l’Associazione Dimore Storiche Italiane e l’Associazione Parchi e Giardini d’Italia, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha dichiarato: “Un patrimonio di bellezza che la Regione Lazio sostiene non soltanto grazie allo stanziamento di importanti risorse per opere di recupero e manutenzione, ma anche attraverso progetti di promozione come le Giornate di apertura straordinaria delle Dimore Storiche, iniziativa che ha riscontrato sin da subito il favore del pubblico, facendo registrare nel corso dell’ultima apertura straordinaria, dal 25 al 28 aprile, ben 40.000 visitatori. Domenica 17 novembre sarà possibile visitare gratuitamente 70 siti nelle 5 province del Lazio, una ricchezza immensa a disposizione di cittadini e turisti”.

Per info e contatti: www.retedimorestorichelazio.it