Home ATTUALITA’ Franco Lauro morto a Roma: giornalismo sportivo in lutto

Franco Lauro morto a Roma: giornalismo sportivo in lutto

294
0

E morto a Roma Franco Lauro il giornalista Rai, conduttore televisivo e telecronista sportivo italiano. Volto e voce consociuta a tutti gli italiani il giornalista aveva 58 anni ed era uno dei massimi esperti ed appassionati di calcio e basket.

Franco Lauro, a quanto si apprende, sarebbe deceduto nella sua abitazione a causa di un infarto. “Allacciate le cinture, buon divertimento”, la frase che il telecronista era solito dire prima dell’inizio di ogni match di basket e calcio che commentava. Era stato per anni conduttore di “Novantesimo minuto”.

Esperto ed appassionato di calcio e basket, prima di entrare in Rai ha lavorato per qualche anno in alcuni giornali locali e radio private romane, specializzandosi soprattutto nel calcio mercato. Risale al 1981 l’esordio in tv. Tre anni dopo in Rai, dove diventerà uno dei volti più apprezzati del giornalismo sportivo. In 28 anni ha commentato 8 Olimpiadi estive ed una invernale (Torino 2006), 6 edizioni dei Mondiali di calcio, e altrettante degli Europei, 12 Europei di basket, 3 Mondiali di basket, i Goodwill Games del 1990 a Seattle, varie edizioni dei Giochi del Mediterraneo e Universiadi.

Negli anni ’90 si impone come voce del basket raccontando le imprese delle nazionali di basket, femminili e maschili. E’ il 1995 commenta la storica impresa della Nazionale femminile di pallacanestro allenata da Riccardo Sales medaglia d’argento agli Europei di Brno.Nel 1999 commenta le gesta della Nazionale di pallacanestro dell’Italia di Bogdan Tanjević che conquista in Francia il campionato d’Europa.

Nel 2003 conduce con Giampiero Galeazzi La Domenica Sportiva edizione del cinquantenario. Nel 2004 Domenica Sprint e dal 2005 gli è affidato 90º minuto Serie B. Nel febbraio 2006 conduce dallo studio i collegamenti con i siti di gara di Torino 2006, mentre nel giugno 2008 è il conduttore delle trasmissioni pre e post partita di Euro 2008.

Dal 2008 al 2014 conduce 90º minuto per la Serie A. Negli ultimi in RaiSport diventa un punto di riferimento per tutte le grandi manifestazioni e per i pre partita più importanti.

Unanime il cordoglio per la perdita di un volto tanto noto quanto apprezzato. Sui social, appresa la notizia, si moltiplicano gli attestati di stima per Lauro.