Home ATTUALITA’ Le chiusure anticipate di metro A e metro B: tutte le informazioni

Le chiusure anticipate di metro A e metro B: tutte le informazioni

73

hiusure anticipate. Dal prossimo aprile i passeggeri delle linee metropolitane di Roma dovranno rinunciare, in orario serale, al servizio garantito dai treni della A e della B. Qualche disagio sarà vissuto anche dagli utenti della linea tramviaria 8 le cui corse, invece, saranno del tutto sospese. Ma andiamo con ordine.

Linea b: la tratta interessata dalle chiusure

La prima  metropolitana a modificare l’orario di apertura al pubblico sarà quella blu. Per la  linea B, infatti, dal 19 aprile al 6 giugno 2022, le corse partiranno regolarmente alle 5.30 per fermarsi però alle 21, anche nelle giornate di venerdì e sabato (quando solitamente chiudono più tardi, all’1.30). La chiusura anticipata riguarda solo la tratta compresa tra il capolinea Eur-Laurentina e Castro Pretorio. Da Castro Pretorio a Jonio ed a Rebibbia la metro resta aperta con i consueti orari.

Il cambiamento (nel percorso tra Eur Laurentina e Castro Pretorio), ha recentemente spiegato l’assessorato alla mobilità di Roma Capitale, è dettato dalla necessità di garantire “un importante manutenzione dall’armamento alle banchinette fino ai sistemi antincendio”. Previsti anche lavori sulla stazione Colosseo, nodo di scambio tra la B e la C, ma al riguardo non sono stati annunciati particolari provvedimenti.

Chiusure anticipate linea A

Più consistenti, perché più prolungati, i disagi che sono previsti sulla linea A. Anche la metro rossa infatti anticipa l’orario dell’ultima corsa, fino alle 21, sull’intera tratta. La misura viene adottata a partire dal 15 giugno ed è destinata a protrarsi per i successivi 18 mesi, quindi fino al dicembre 2023. Come per la B, anche in questo caso lo stop anticipato delle corse serve per effettuare manutenzioni sull’armamento, le banchinette ed i sistemi antincendio.

Due stazioni chiuse

Nei prossimi giorni, sempre sulla linea A, sono stati annunciati interventi per rinnovare le infrastrutture elettriche. Per lasciare il campo libero agli operati, le stazioni Valle Aurelia e Baldo degli Ubaldi verranno chiuse. Nel primo caso il servizio verrà sospeso dal 18 al 20 marzo. Per la stazione di Baldo degli Ubaldi, invece, la chiusura sarà attiva dal 21 al 26 marzo.

Nessuna chiusura sulla C

Sulla linea C invece, Atac ha confermato che non sono previste chiusure anticipate. La linea continua ad essere oggetto di una trattativa avviata dal Campidoglio per evitare che l’Ustif, l’ufficio speciale trasporti a impianti fissi, ritiri un treno al mese per assenza delle necessarie revisioni. Il primo è già stato bloccato, ma il Campidoglio è al lavoro per scongiurare altri disagi per i passeggeri. Ad oggi, comunque, non sono previste particolari criticità sulla linea.

Fonte: RomaToday

Articolo precedentePetardo contro l’ambasciata bielorussa a Roma, potenziato servizio di vigilanza
Articolo successivoIn arrivo migliaia di minori immigrati nelle scuole di Roma, ma il sistema (ad oggi) non è pronto