Home ATTUALITA’ La coppia di romani in vacanza con oltre un milione di euro...

La coppia di romani in vacanza con oltre un milione di euro nascosto nel passeggino

189

Nella vettura, fermata per un controllo in autostrada dalla finanza, viaggiava anche il figlio neonato.

Coppia di romani in vacanza con un milione di euro. Più precisamente 1 milione e 200 mila euro in contanti che trasportavano a bordo dell’auto, in mazzette di vario taglio, riposte nel bagagliaio, tra valigia e passeggino: ad essere denunciata dalle fiamme gialle per ricettazione una giovane coppia di romani, con figlio piccolo al seguito.

Nel corso di un normale servizio di controllo economico del territorio, nei pressi dello svincolo autostradale dell’A2 di Atena Lucana (in provincia di Salerno), la guardia di finanza di Salerno ha fermato un’autovettura con a bordo una giovane coppia ed il loro neonato, scoprendo che all’interno del bagagliaio questi trasportavano contanti per circa 1 milione e 200 mila euro.

All’alt dei finanzieri, il conducente è  apparso particolarmente agitato, motivo per cui i militari hanno deciso di procedere subito ad un’ispezione accurata del veicolo, invitandolo ad aprirne anche il vano posteriore.

Con non poca esitazione, l’uomo ha quindi assecondato la richiesta dei militari e ha aperto il bagagliaio, dove sono state rinvenute numerosissime banconote, accumulate in mazzette di vario taglio, avvolte con della pellicola trasparente e tenute alla rinfusa tra una valigia ed il passeggino.

Non ricevendo dai due fermati alcuna giustificazione circa la provenienza di quel denaro, le fiamme gialle della tenenza di Sala Consilina hanno eseguito degli autonomi riscontri, dai quali è emersa una notevole sproporzione tra i redditi dichiarati dal nucleo familiare ed i valori appena rinvenuti, i quali, pertanto, in linea con la normativa in materia di circolazione valutaria, sono stati sottoposti a sequestro preventivo.

Al termine delle attività, i coniugi sono stati denunciati a questa procura della Repubblica per il reato di ricettazione.

Restano da accertare i motivi per i quali la coppia avesse tale somma di denaro a disposizione. Aspetto sul quale gli investigatori delle fiamme gialle stanno proseguendo gli accertamenti non escludendo nessuna ipotesi, dal riciclaggio al pagamento di una grossa partita di sostanze stupefacenti.

Fonte: RomaToday

Articolo precedenteCaldo a Roma, i medici: “Con le temperature attuali seri rischi per la salute”
Articolo successivoA Fregene il Total Party della Rimessa Roscioli